Caffè Napoli

Caffè Napoli

Dark Milk 55%
Caffè Napoletano – Latte Italiano

caffe1
caffe napoli

 

Tavoletta di cioccolato al latte
55% min. cacao

50 g

 

 

VALORI NUTRIZIONALI PER 100 G

Energia584 kcal / 2444 kJ
Grassi42 g
di cui saturi27,3 g
Carboidrati38,6 g
di cui zuccheri29,5 g
Proteine11,1 g
Sale0,2 g

Ingredienti: fave di cacaobio, latte intero italiano, zucchero di canna bio, burro di cacao bio, caffè2; Emulsionante: lecitina di girasole bio. Contiene latte e può contenere tracce di frutta a guscio1Ecuador  2Etiopia

Note: il nostro Dark Milk con Limu, prezioso Caffè Arabica degli altipiani Etiopi preparato dai maestri torrefattori napoletani, ti avvolgerà con note intense di frutta a guscio e delicate di fiori e di agrumi.

La pianta del caffè fu descritta la prima volta da Prospero Alpino, medico e botanico italiano, nel De plantis Aegypti (1592). La bevanda, preparata come infuso, secondo la tradizione araba sarebbe stata introdotta nello Yemen verso la fine del 14° sec. per prolungare le veglie di preghiera. L’uso si diffuse rapidamente per tutto l’Oriente. Nel 16° e 17° sec. i Veneziani introdussero in Occidente la bevanda, che allora si beveva senza zucchero. La sua diffusione fece sì che si impiantassero coltivazioni dovunque il clima lo permettesse: gli Olandesi portarono il caffè a Giava (1699) e nella Guiana (1714), nel 1727 fu portato in Brasile, oggi il maggior produttore del mondo.
La torrefazione del caffè è il processo principe in cui si sviluppano le note aromatiche ed è grazie alla sapienza in questa “arte” che il caffè napoletano è riconosciuto come eccellenza in tutto il mondo.
Il prezioso caffè Limu che abbiamo scelto per la nostra tavoletta è stato preparato dalla Caffè Salimbene, storica azienda napoletana in attività dal 1933. Da Salimbene, oggi come ieri, vengono esaminati decine di campioni di lotti di caffè, proposti da ogni angolo del mondo, e solo i migliori sono selezionati da questi custodi della migliore tradizione napoletana.

Il prezioso cacao Nacional Arriba dell’Ecuador, usato per questa tavoletta, deve la sua curiosa denominazione dai compratori di cacao europei che, giunti al porto di Guayaquil, si sentivano rispondere dalla gente del posto che il cacao era “arriba… río arriba”, che significa “su per il fiume”. Questo cacao viene coltivato oggi, come allora, nelle regioni di Los Rios e Manabì.

Per la nostra tavoletta usiamo solo latte Inalpi, il primo e unico latte in polvere prodotto in Italia. Il latte è conferito da circa 500 produttori residenti nelle sole provincie di Cuneo, Torino e Asti che hanno sottoscritto un protocollo di filiera all’interno dello spazio Alpino Piemontese, che stabilisce gli standard di produzione. Un latte 100% italiano, 100% piemontese e 100% alpino.