Pistacchio

Pistacchio

 

Il pistacchio è un albero molto longevo, alto circa 5-6 m e con una chioma irregolare: può raggiungere anche i 300 anni di età.

L’albero si adatta bene ai terreni magri e sassosi e richiede poca manutenzione. Nell’antichità era spontaneo in Siria e in tutta l’area dell’antica Mesopotamia e Plinio menziona nelle sue cronache che l’albero era stato portato in Italia e in Spagna. Oggi è una tipica pianta coltivata in molte regioni del Mediterraneo.

Il pistacchio è una drupa con un guscio ovale, sottile e duro, in cui, sotto una sottile buccia violacea, si trova il seme verde, comunemente chiamato “pistacchio”.
La fioritura avviene in aprile e i frutti vengono raccolti da settembre a ottobre. Si dice che abbia un ritmo biennale, ma in realtà l’albero fiorisce e produce frutta ogni anno, ma anni di ricco raccolto si alternano ad anni di magro raccolto, in cui si produce meno frutta. Pertanto, nelle annate “magre” si eliminano tutti i frutti e non si effettua alcun raccolto per favorire la produzione delle annate “ricche”.

Una volta raccolto, la buccia che ricopre il guscio legnoso viene rimossa e il seme viene essiccato per consentirne la conservazione in vista di una futura vendita. I pistacchi vengono lavorati in vari modi: pelati, spellati, spesso arrostiti e salati; per fare gelati, creme, bevande, per la produzione di salumi o per affinare vari piatti.

Per la nostra gamma abbiamo aggiunto al cioccolato la granella di Pistacchio Siciliano e il Fleur de Sel di Bali, noto per la sua capacità di esaltare ogni sapore. Abbiamo così arricchito una delle nostre tavolette per ottenere il giusto grado di croccantezza che ci auguriamo possa deliziare il vostro palato.